Bonus Facciate 2020: rimborso del 90%

Bonus facciate

Fino al 31 dicembre 2020 sarà possibile beneficiare con il “bonus facciate” della super agevolazione fiscale sancita dalla legge di bilancio del 2020 per il rifacimento delle facciate dei condomini o della propria casa.

Con il “Bonus Facciate” sarà possibile ottenere la detrazione Irpef del 90% su tutti i costi sostenuti nel 2020 (senza limite di spesa) per gli interventi di recupero o restauro della facciata esterna degli edifici.

Requisiti per il “Bonus Facciate”

Per poter beneficiare di questa agevolazione è necessario che gli edifici oggetto di restauro si trovino all’interno delle zone A e B definite dall’articolo 2 “Zone territoriali omogenee” del decreto ministeriale n. 1444/1968.

  • ZONA A: “le parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti, che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi;
  • ZONA B: “le parti del territorio totalmente o parzialmente edificate, diverse dalle zone A): si considerano parzialmente edificate le zone in cui la superficie coperta degli edifici esistenti non sia inferiore al 12,5% (un ottavo) della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale sia superiore ad 1,5 mc/mq;”

Per sapere in che zona ricade il tuo edificio basterà visionare il PRG (Piano Regolatore Generale) della tua città e vedere con che colore è rappresentato il tuo edificio.

Leggere correttamente il PRG può essere un po’ difficoltoso per un non addetto ai lavori. Per questo motivo ti consigliamo di chiedere a persone competenti.

Tipi di intervento per il “Bonus Facciate”

I tipi di interventi per cui sarà possibile ottenere l’agevolazione del 90% riguardano tutti i lavori effettuati sulle facciate dell’edificio. Riassumibili in interventi:

  • Di pulitura e/o tinteggiatura esterna;
  • Su balconi, ornamenti o fregi;
  • Sulla facciata dell’edificio per il miglioramento termico;
  • Per il decoro urbano:
    • grondaie;
    • pluviali;
    • parapetti;
    • cornicioni;

Rientrano all’interno dell’agevolazione anche:

  • Acquisto di materiali;
  • Prestazioni professionali:
    • Perizie;
    • Sopralluoghi;
    • Certificazione APE (attestazione di prestazione energetica);
  • Installazione di ponteggi;
  • Smaltimento materiale;

Requisiti fiscali e modalità per il “Bonus Facciate”

Per beneficiare della detrazione occorre che i pagamenti per gli interventi descritti precedentemente vengano effettuati tramite bonifico bancario o postale ed essere effettuati nel 2020.

La detrazione verrà ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Esempio:
Abbiamo speso per i lavori di restauro del prospetto 90.000 euro.
– Il 90% di 90.000 euro = 81.000 euro
– 81.000 euro / 10 (quote annuali) = 8.100 euro l’anno
Quindi dal 2021 fino al 2031 avremo una detrazione annuale di 8.100 euro

In questo articolo abbiamo sintetizzato in punti chiave gli aspetti principali dell’agevolazione fiscale. Per maggiori informazioni sui tipi di intervento, requisiti e modalità di pagamento, scaricatevi il pdf esaustivo dal sito dell’agenzia delle entrate.