CHEMISTRY Lamp

High design

CHEMISTRY Lamp

La “CHEMISTRY lamp” è una lampada da tavolo che si ispira ad un oggetto della vetreria da laboratorio, il “pallone”. La lampada nasce dalla volontà di modificare la funzione di un oggetto in un’altra ed è realizzata interamente con la stampante 3D. 

Chemistry Lamp è costituita da:

  • base di forma cilindrica;
  • Portalampada;
  • Paralume a forma di pallone
  • Utilizzo di elementi sostenibili;
  • Adatta per ambienti professionali e informali;
  • Basso costo;

Punti chiave del progetto

Riciclabilità

Realizzato con elementi riciclati e/o riciclabili

Sostenibilità

Realizzato con materiale PLA 100% vegetale

Creatività

Capacità di realizzare soluzioni innovate

know-how

Concept

La “CHEMISTRY lamp” nasce dall’osservazione attenta di tutto quello che ci circonda, nello specifico nell’osservazione di un laboratorio scientifico. L’idea è di utilizzare un oggetto creato per assolvere una specifica funzione in un oggetto simile ma con una funzione del tutto nuova. Il “pallone” che usualmente viene utilizzato per contenere liquidi da portare ad ebollizione viene trasformato in una lampada da tavolo.

chemistry lamp 3D

know-how

Stampa 3D

Ultimata la progettazione di “Chemistry lamp” si è passati alla sua modellazione tridimensionale. Finito il modello 3D, l’oggetto è stato trasferito all’interno di un software di slicing al fine di ottenere un file idoneo per la stampa 3D.

Tempi di realizzazione: 8 ore

know-how

Render

Immagine foto-realistica di CHEMISTRY Lamp all’interno di un contesto domestico

chemistry lamp

Credits:

  • Concept, modellazione 3D, stampa 3D: Arch. Christian Ruisi
  • Elaborazione scena e rendering: Arch. Vincenzo Amato