Archivio dei tag doha

DiDario Di Bella

Lo stadio firmato da Zaha Hadid che ospiterà i prossimi Mondiali di calcio

È stato già inaugurato in Qatar uno degli stadi più rappresentativi dei prossimi Mondiali di calcio FIFA che si svolgeranno nel 2022. Il progetto per l’Al Janoub Stadium è iniziato nel 2013 ad opera dello studio Zaha Hadid Architects. Noto anche come Al Wakrah, dal nome della cittadina che lo ospita, lo stadio, dista soli 15Km dalla capitale Doha, ed è in grado di ospitare fino a 40.000 spettatori. Tuttavia, il progetto prevede che, al termine dei Mondiali, la capienza verrà dimezzata, permettendo a parte della struttura di essere quindi smontata e rimontata in un nuovo sito che necessiti di tali attrezzature.

Anche se la prossima Coppa del Mondo verrà disputata tra i mesi di novembre e dicembre, lo stadio è comunque in grado di poter ospitare eventi sportivi anche nei caldi mesi estivi. Infatti, grazie alla particolare struttura del tetto richiudibile, e ad un sistema di condizionamento dell’aria che sfrutta l’accumulo di energia solare, è possibile garantire il giusto comfort sia ai giocatori che agli spettatori.

Al Janoub Stadium - Zaha Hadid
Vista notturna dello stadio – Immagine by SC

Il design dello stadio trae ispirazione dalle tradizionali barche a vela dhow tipiche delle coste della penisola arabica. In particolare, la geometria della copertura ricorda una di queste imbarcazioni rovesciate, così come la sua struttura di sostegno, che trae spunto dalle strutture interne degli scafi. Anche dalle facciate è possibile notare la stessa ispirazione, infatti, con la loro particolare inclinazione e rastremazione in alzato, ricordano le vele delle dhow.

Per il rivestimento degli esterni sono stati scelti deliberatamente una gamma limitata di materiali e di colori. Questi ultimi si sposano perfettamente con le forme geometriche della pelle esterna, e ne rafforzano l’articolazione. Il tetto e il sistema strutturale sono di colore bianco o bianco sporco, con una finitura superficiale lucida che ricorda le conchiglie marine, e riesce a sottolinearne le pieghe, che aggiungono consistenza all’involucro dell’intera costruzione. Le gronde in rilievo e i telai stilizzati delle facciate vetrate, sono invece di color bronzo metallizzato, aggiungendo un senso di ricchezza e profondità all’intero disegno. Inoltre, la scelta di una finitura metallica bronzata per queste superfici lavorate, rende omaggio alle tradizioni e all’arte dell’artigianato islamico.